+39 348 0956104 info@saracanella.com
      Seleziona una pagina

      Fondi UE per l’innovazione tramite Circular Economy: informazioni utili 

      La Circular Economy è destinata essere uno dei temi principali nella conversazione per i finanziamenti europei: di conseguenza, si aprono molte possibilità di crescita per tutte le PMI con progetti di sviluppo sostenibile.

      In questo articolo proponiamo una panoramica su queste opportunità e su come fare per accedere ai finanziamenti. 

      Che cos’è la Circular Economy? 

       

      Secondo la definizione della Ellen MacArthur Foundation, la Circular Economy è:

      “un termine generico per definire un’economia pensata per potersi rigenerare da sola. In un’economia circolare i flussi di materiali sono di due tipi: quelli biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici, destinati ad essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera.”

      Non si tratta solo di un approccio green: si tratta di cambiare radicalmente dal modello economico lineare, fondato sullo schema “estrarre, produrre, utilizzare e gettare” a un modello di produzione e consumo che prevede condivisione, prestito, riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e riciclo dei materiali e prodotti esistenti il più a lungo possibile. Quando il prodotto ha terminato la sua funzione, i materiali di cui è composto vengono infatti reintrodotti nel ciclo economico.

      È evidente come, in questo scenario, le energie rinnovabili e le tecnologie sostenibili hanno un’importanza centrale: per questo l’Unione Europea sta investendo risorse importanti nella sostenibilità, già a partire da quest’anno. 

      Innovazione e sostenibilità 

       

      Quali sono, nel concreto, i progetti europei legati alla Circular Economy? 

      Uno dei più interessanti è il programma Horizon 2020 (di cui abbiamo già parlato qui), che prevede un fondo di 5 miliardi di Euro per lo sviluppo di progetti legati alla sostenibilità. 

      Uno dei filoni principali è quello del clima: Horizon 2020 stanzia un totale di un miliardo di Euro per ogni progetto mirato a rendere l’attuale economia più efficiente e sostenibile – secondo le linee guida dell’accordo di Parigi e degli SDGs. Si parla quindi di economia circolare con le più svariate applicazioni: materie prime, trattamento delle acque, protezione dei beni naturali, eccetera. 

      Un totale di 2 miliardi è dedicato a tutti i progetti di innovazione correlati al tema “Salute e cambiamento demografico”: accesso all’assistenza sanitaria, invecchiamento della popolazione, ottimizzazione dei costi delle cure mediche. 

      Ai progetti di innovazione nel settore energetico sono destinati 2,2 miliardi: si parla quindi di energie rinnovabili, sistemi energetici intelligenti; sistemi di efficientamento dell’energia; cattura e sequestro del carbonio (CCUS).

      Ottenere l’accesso ai finanziamenti 

       

      Possiamo far rientrare nella definizione di Circular Economy tutti quei progetti di innovazione che hanno come conseguenza un utilizzo più efficiente e ottimizzato delle risorse: sono molte le aziende che possono rientrare in questa definizione e che possono quindi usufruire di finanziamenti importanti, soprattutto nella fase di ingresso nel mercato. 

      Accedere a programmi di finanziamento europeo come Horizon 2020 richiede un impegno consistente.

      È essenziale conoscere la burocrazia della Commissione Europea, saper redarre un business plan e saper gestire – e presentare – un progetto di innovazione nel modo giusto, il tutto in lingua inglese e senza perdere di vista l’obiettivo finale. 

      Per un’azienda che sia seriamente interessata a usufruire dei finanziamenti europei, la strada più conveniente è affidarsi a un consulente con competenze specifiche in europrogettazione e project management.


      Vuoi maggiori informazioni sui fondi europei per progetti di Circular Economy?

       

      Contattami e incontriamoci: sono a disposizione per rispondere a ogni tua domanda!

      Sara Canella

      Sara Canella

      EU Funding & Marketing

      Sono una consulente freelance specializzata nella richiesta e gestione di fondi europei per aziende e startup attive in ambito di ricerca e innovazione.

      Il mio lavoro include la creazione di business plan, piani di sviluppo e piani di marketing mirati alla partecipazione a bandi europei.

      Il mio obiettivo è fornire alle aziende attive nell’innovazione dei mezzi concreti per avviare i propri progetti e il know-how per trasformarli in concrete opportunità di business.